Web TV Comune di Napoli
Mostre - Jan Fabre, L’uomo che misura le nuvole al Madre - (19/07/2019)




Al Museo Madre in esposizione, fino a lunedì 30 settembre, la mostra Jan Fabre, L’uomo che misura le nuvole, a cura di Andrea Viliani, Melania Rossi e Laura Trisorio.

Jan Fabre torna a Napoli con Oro Rosso, un progetto che coinvolge, con il Madre, tre luoghi della cultura: il Museo e Real Bosco di Capodimonte, il Pio Monte della Misericordia e la galleria Studio Trisorio.


Nell’ambito della mostra Jan Fabre. Oro Rosso, il Madre presenta in anteprima, a cura di Andrea Viliani, Melania Rossi e Laura Trisorio, un’inedita versione in marmo di Carrara dell’iconica scultura L’uomo che misura le nuvole (2018), allestita nel Cortile d’onore del museo. Dopo la presentazione della versione in bronzo di questa scultura in Piazza del Plebiscito nel 2008 e sul terrazzo del Madre nel 2017, Fabre torna a celebrare la capacità di immaginare, sognare e conoscere, elevandosi oltre il nostro destino di esseri umani.

 

Al Museo e Real Bosco di Capodimonte, il progetto si articola in Oro Rosso. Sculture d’oro e corallo, disegni di sangue, a cura di Stefano Causa con Blandine Gwizdala. La mostra presenta un gruppo di lavori di Fabre in dialogo con una selezione speciale di opere d’arte provenienti dalla collezione permanente del museo di Capodimonte e da altre istituzioni museali napoletane. In esposizione sculture in oro e disegni di sangue creati dall’artista dagli anni Settanta ad oggi, oltre a una serie inedita e sorprendente di sculture in corallo rosso, realizzata appositamente per Capodimonte, in dialogo con alcuni capolavori pittorici e splendidi oggetti d’arte decorativa di epoca rinascimentale, manierista e barocca selezionati da Stefano Causa.

 

La chiesa del Pio Monte della Misericordia ospita la scultura di The man who bears the cross (L’uomo che sorregge la croce) (2015), a cura di Melania Rossi, posta in dialogo diretto con il capolavoro di Caravaggio Sette opere di Misericordia (1606-1607). La scultura, realizzata completamente in cera, è un autoritratto dell’artista, basato sui tratti somatici dello zio Jaak Fabre, che tiene in bilico una croce di oltre due metri sul palmo della mano. 

 

Presso la storica galleria Studio Trisorio in mostra una selezione di opere di Fabre realizzate completamente con gusci di scarabei iridescenti. Tribute to Hieronymus Bosch in Congo (Omaggio a Hieronymus Bosch in Congo), a cura di Melania Rossi e Laura Trisorio, presenta grandi pannelli e sculture a mosaico di scarabei ispirati alla triste e violenta storia della colonizzazione del Congo belga. 


Gli orari: da lunedì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 19.30; domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00; martedì chiuso.

 

Per informazioni e contatti www.madrenapoli.it.


madre

 

 

 


 


 


 

 

 


 



 

 

 



 



 



 

 



 

Universiade di Napoli - Il benvenuto del sindaco Luigi de Magistris

Filangieri, Chagall, Canova, Bolle, Caravaggio... un ricco Maggio napoletano

Differenziati dall'incivile!





Caso Whirlpool, la città di Napoli si schiera coi lavoratori

Whirlpool, l'intervento del sindaco de Magistris in Consiglio comunale

L'assessore Panini illustra il nuovo sistema delle tariffe comunali





A Palermo per ricordare Paolo Borsellino e pretendere verità per una strage di Stato

Impianti sportivi, la sfida ora è utilizzarli al meglio

Firma Convenzione San Paolo è grandissimo risultato, trovato un punto di equilibrio





San Pietro Martire, un gioiello angioino sull'acqua del Sebeto (prog. Unesco)

Il chiostro di Sant'Agostino alla Zecca, un gioiello inaspettato

Dai Girolamini al Madre, la Via dei Musei è una ghirlanda intorno al Duomo





Argomenti
    

Comune di Napoli
Segreteria di redazione tel. 081.7956009-00
webtv@comune.napoli.it